Sbiancamento dentale

Home / Sbiancamento dentale

Sbiancamento Dentale

Il colore dei denti dipende da diversi fattori tra cui l’età, la dieta, la pulizia e gli stili di vita, come ad esempio il fumo.
Ci sono tuttavia anche fattori “congeniti” o endogeni, come difetti nello sviluppo del dente, che ne determinano un ingiallimento, o comunque una pigmentazione cosiddetta intrinseca.

Possiamo quindi catalogare le decolorazioni dei denti in 2 tipi:

  • intrinseche
  • estrinseche.

Gli alimenti, o meglio le bevande, che tipicamente incidono nelle pigmentazioni estrinseche sono il tè, il caffè e il vino rosso.
Il sorriso, come sapete, è il nostro biglietto da visita: influenza inevitabilmente la prima impressione che gli altri si fanno su di noi, per cui avere denti bianchi e luminosi migliora non solo il nostro aspetto, ma soprattutto la nostra autostima.

Quali sono le tecniche, dunque, per avere un sorriso dalla luminosità impeccabile?

Esistono due metodi principali per effettuare lo sbiancamento dei denti: quello domiciliare e quello professionale.
Entrambi sfruttano l’azione ossidante di perossido di idrogeno e perossido di carbammide, quello che differenzia i due trattamenti è principalmente la concentrazione di perossidi utilizzata e la sede in cui viene effettuato lo sbiancamento.

L’azione ossidante è il processo per cui le molecole di ossigeno, liberate dai due agenti menzionati sopra, si legano alle particelle di sporco presenti nei denti interessati, e le “staccano” dalla superficie del dente.

Gli agenti sbiancanti menzionati sopra  penetrano nello smalto dentale, per raggiungere le molecole responsabili dell’ingiallimento (discromia); tali molecole vengono poi decomposte dai radicali liberi di ossigeno rilasciati dall’agente sbiancante e viene quindi eliminata la macchia.

Lo sbiancamento professionale o power bleaching, che viene eseguito dal dentista in studio, si avvale di lampade alogene o led la cui azione potenzia l’effetto degli agenti sbiancanti.

Per lo sbiancamento domiciliare, invece, l’odontoiatra prepara delle mascherine in polimero trasparente, che si adattano perfettamente alle arcate del paziente, il quale potrà compiere il trattamento direttamente da casa, ovviamente seguendo le indicazioni del suo dentista.

Per maggiori approfondimenti su queste due tecniche potete consultare il mio blog o la sezione a piè di pagina..

Gli ultimi articoli del blog sullo Sbiancamento Dentale

Tutti i trattamenti

Approfondimenti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Lo sbiancamento professionale sbianca fino ad un massimo di 9 gradi di tonalità. Naturalmente ogni tipo di dente reagisce in maniera diversa. In generale li miglioramento si attesta sui 6 – 7 gradi di tonalità. In caso di denti severamente “ingialliti” è possibile che sia necessaria più di una seduta per raggiungere il risultato desiderato.

Le macchie dovute all’uso eccessivo di fluoro o da tetraciclina (un particolare antibiotico), sono molto difficili da trattare e richiedono tempi molto più lunghi e molta determinazione nell’esecuzione dei trattamenti che bisogna svolgere in studio. I risultati ottenuti devono essere stabilizzati poi con il trattamento domiciliare.