Sigillature

Home / Sigillature

Sigillature

La sigillatura dei solchi è la procedura più efficace per prevenire l’insorgenza della carie occlusale su molari e premolari nei bambini.

Le superfici masticatorie (occlusali) di molari e premolari sono percorse da profondi solchi al cui interno possono infiltrarsi residui di cibo e rimanere intrappolati. Bisogna poi tenere presente che i primi molari permanenti erompono a sei anni, periodo in cui i bambini consumano molti cibi zuccherati, che costituiscono un’ulteriore rischio di formazione della carie.

L’obiettivo di questa procedura è quello di proteggere lo smalto dentale dai batteri in quelle zone che sono più difficili da tenere pulite.
L’azione di prevenzione della carie consiste nel far scorrere una resina fluida protettiva lungo questi solchi, riempendoli completamente. Si consiglia di sigillare i solchi quando i primi molari permanenti sono comparsi totalmente in bocca e poi per almeno quattro anni.

I denti trattati devono essere controllati ogni sei mesi e l’applicazione va ripetuta qualora la resina si sia consumata.

Gli ultimi articoli del blog sulle Sigillature

I materiali usati come sigillanti

I materiali usati come sigillanti

Attualmente i cementi vetro-ionomerici e le resine composite vengono considerati i principali materiali sigillanti. Molti studi non incoraggiano l’utilizzo dei cementi vetro-ionomerici a causa della minor ritenzione in confronto alle resine composite ma rimane ancora equivoco quale dei due materiali sia più efficace nella prevenzione della carie.

Tutti i trattamenti

Approfondimenti

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

La sigillatura dentale non causa macchie dei denti, né tantomeno altera o ingiallisce i denti. La resina applicata sul dente per proteggere dalle carie può essere biancastra oppure colorata per permettere al dentista di controllare con maggior facilità se si è consumata oppure è ancora presente sull’elemento.

Possiamo dire che non esistono veri e propri rischi correlati con questa procedura, ma anche se si tratta di un intervento piuttosto semplice, la sigillatura dei denti dev’essere eseguita sempre da personale esperto e competente. Infatti, nel caso (remoto) in cui vengano sigillate carie preesistenti, il processo infettivo cariogeno potrebbe inesorabilmente proseguire, fino a lesionare anche la polpa. Nonostante quanto detto, alcuni autori riferiscono che un’eventuale sigillatura di processi cariosi in atto possa talvolta favorire una regressione della stessa lesione cariosa.