Il mio valore aggiunto

Home / Il mio valore aggiunto

Il rapporto con il paziente

E’ mia convinzione che un bravo odontoiatra, per essere definito tale debba possedere due qualità fondamentali. Innanzitutto deve essere preparato, perchè senza possedere le adeguate conoscenze teoriche e pratiche non può svolgere sicuramente un lavoro eccellente. Ma la qualità che è forse ancora più importante è la sua attitudine a creare un rapporto di fiducia con il paziente, in mancanza della quale molto probabilmente insorgeranno dei problemi con il passare del tempo. E’ proprio per questo che il mio principale obiettivo, nel momento in cui entro in contatto con una persona che si rivolge a me per un problema clinico, è quello di metterla a suo agio, ascoltandola e creando i presupposti perchè si instauri un rapporto umano prima di tutto. Nel mio studio, infatti, è la persona nel suo insieme ad essere al centro della mia attenzione, non soltanto la sua patologia. Il paziente dovrebbe poter considerare il suo dentista come un riferimento valido a cui rivolgersi in caso di bisogno od anche solo per avere un consiglio, proprio perchè nutre fiducia nella sua persona. Chiunque si rivolgerà alla mia attenzione sarà seguito e accompagnato durante tutte le fasi del trattamento solo da me. Non amo delegare alcuna terapia ad altri professionisti perchè, soltanto seguendo un paziente dalla A alla Z possiamo comprendere a pieno tutte le sue sfaccettature così da poter individuare con successo la terapia più adatta.

Come tratto i miei pazienti

PREVENZIONE

La nostra missione che ci impegna 365 giorni all’anno è quella di prevenire, prima di curare, le patologie dei denti e di tutto il cavo orale. Il concetto di prevenzione al giorno d’oggi è diventato davvero importante poichè ci consente di impedire l’instaurarsi di un processo patologico o di diagnosticarlo nella sua fase iniziale, evitando al paziente di dover affrontare interventi più costosi ed impegnativi, in un secondo momento. Il principale mezzo di prevenzione che ha a disposizione il dentista è quello dell’istruzione; infatti vengono spese molte ore durante le sedute di igiene orale ad insegnare ai nostri pazienti le tecniche di pulizia che più si adattano a ciascuna situazione particolare. Un’altro atto di prevenzione importante è quello di sensibilizzare i pazienti all’importanza della salute orale, ricordando che avere una buona salute di denti e gengive contribuisce ad evitare molti problemi ed a garantirsi una vita più sana.

GARANZIA

Rispondere alla domanda che spesso i pazienti pongono al dentista “Quanto durerà il lavoro?” e quindi fare una stima della durata media di una cura non è possibile perchè entrano in gioco numerose variabili che differiscono da individuo a individuo e rendono impossibile una standardizzazione. Ad ogni modo se dovesse verificarsi precocemente un danneggiamento del lavoro svolto, e qualora questo fosse attribuibile alla responsabilità unica del dentista, la terapia verrà prestata una seconda volta gratuitamente. Questa garanzia però perde di validità se il paziente non rispetta il programma periodico di controlli ed igiene professionale presso lo studio ed ovviamente se non mantiene un livello di igiene orale domiciliare almeno accettabile.

TECNOLOGIA

Nel mio studio l’ausilio tecnologico ha una grande importanza. Mi avvalgo infatti di un software che permette di inserire tutte le informazioni relative ai miei pazienti in un database che mi assicura maggior precisione, sicurezza e diminuisce il rischio di perdere dati importanti. Inoltre, questo software dedicato da la possibilità ad ogni paziente, qualora lo desideri, di registrarsi come utente; basterà quindi che il paziente inserisca le proprie credenziali e potrà accedere in qualsiasi momento ai dati clinici relativi alle sue cure dentali raccolti fino a quel momento. Questo servizio che offriamo ai nostri pazienti vuole essere una garanzia di totale trasparenza del lavoro svolto. Inoltre mi avvalgo di una tipologia di radiografie autosviluppanti che accelerano le tempistiche di sviluppo rispetto alle radiografie convenzionali, per diminuire i tempi di attesa del paziente alla poltrona.

PREZZO

Nel mio studio la prima visita e le visite di controllo sono sempre gratuite! Questo è conseguente alla filosofia di prevenzione su cui si basa lo studio. In questo modo il paziente ha la possibilità di essere controllato più volte durante l’anno senza dover pagare ogni visita e per il dentista risulta più facile diagnosticare precocemente eventuali problemi prima che raggiungano un’entità tale da necessitare un trattamento più invasivo e costoso. Dal momento che nel nostro studio la salute orale del paziente è  la cosa più importante, offriamo questo servizio per aiutare a mantenerla il più possibile.

Le 5 domande da fare al tuo dentista

L’età consigliabile per una prima visita varia dai 2 anni e mezzo, quando si completa la dentatura da latte ed i 5 anni, subito prima che comincino a cadere i denti da latte ed a nascere quelli permanenti. Nel caso in cui ci siano delle ragioni particolari, se per esempio il bambino si lamenta per il mal di denti o se i genitori notano qualche anomalia nella crescita dei denti da latte o nella colorazione degli stessi, la visita può essere anticipata. Lo stesso discorso vale nel caso in cui nella famiglia dei genitori del bambino ci siano patologie dentarie ereditarie importanti. Bisogna comunque tenere presente che il grado di collaborazione del bambino nei confronti degli atti del dentista e lo stato di stress che la visita potrebbe provocargli sono fattori che variano di caso in caso.

L’ipersensibilità dentinale è dovuta all’esposizione dei tubuli dentinali all’interno dei quali sono presenti le fibre nervose responsabili delle sensazioni dolorose. I fattori che predispongono all’ipersensibilità dentinale sono molteplici e riconoscono cause differenti come insulti di natura fisica, chimica, traumi dei tessuti dentari, azioni iatrogene.Per poter capire il giusto trattamento bisogna comprendere qual’è la causa dell’ipersensibilità. Le terapie domiciliari comprendono l’utilizzo di dentifrici e colluttori appositi contenenti nitrato di potassio e fluoruro stannoso. Le terapie professionali, invece, prevedono l’applicazione di materiali in grado di sigillare i tubuli dentinali, isolando la fibra nervosa in modo tale che il sintomo scompaia. Le principali sostanze a cui si ricorre sono:

  • fluoruro di sodio e fluoruro stannoso in soluzioni o gel da applicare sull’area interessata.
  • Nitrato di potassio in gel,
  • Fosfato di calcio e idrossido di calcio,
  • Resine e adesivi nei casi di ipersensibilità specifica e localizzata,

I denti mancanti dovrebbero preferibilmente essere sostituiti da denti protesici –  impianti, ponti, etc. – perché, dopo che abbiamo perso un elemento dentale quelli adiacenti si spostano, tendendo ad occupare lo spazio vuoto creatosi. Questo fenomeno può creare problemi di malocclusione, parodontali, all’articolazione della mandibola. Inoltre non dobbiamo trascurare il fatto che dei denti mancanti compromettono la masticazione dell’individuo, la deglutizione e la fonazione. In ultimo, anche la componente estetica e psicologica dell’individuo non va messa da parte.

L’estrazione di un dente è inevitabile quando quest’ultimo è compromesso da una patologia e non ci sono le condizioni necessarie e sufficienti per una terapia conservativa o endodontica. Inoltre un elemento va estratto quando la sua permanenza in bocca può provocare lesioni ai tessuti circostanti.

Dipende dallo stato della propria dentatura.
In caso di un adulto con una dentatura normalmente sana e in assenza di disturbi, è sufficiente una visita di controllo ogni sei mesi, che – spesso accompagnata da una seduta di ablazione tartaro – risolve la situazione e consente di preservare la propria dentatura indenne da problemi per anni.
Se invece sono presenti segni di parodontite, se ci sono ponti e corone, se l’igiene orale domiciliare risulta difficile o insufficiente, se sono già stati eseguiti interventi parodontali, può essere indicato un controllo anche ogni 2/3 mesi.

Scrivimi per maggiori informazioni

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (preferibile)

Il tuo numero di telefono (richiesto)

Il tuo messaggio